Coibentazione tetto – isolamento tetto con fibra di cellulosa

Il sottotetto è la parte più disperdente della casa, è causa di circa il 45% delle dispersioni termiche.
Per questo l’isolamento tetto comporta risultati incredibili, migliori di un cappotto termico, con un costo estremamente più vantaggioso e tempistiche immediate: UNA GIORNATA DI LAVORO.

E adesso, con il nuovo Decreto Rilancio sugli incentivi fiscali alla riconversione termica ed energetica degli edifici privati puoi sfruttare l’Ecobonus 110%, che ti permette di non spendere niente e lasciare che sia la propria banca o un ente finanziario a pagare l’impresa che ha eseguito i lavori e a recuperare nei 5 anni lo sgravio fiscale. Ma non è tutto così semplice, chiedi a MB Energia le modalità per richiedere il SuperBonus 110%!

Dispersioni termiche senza coibentazione tetto
Dispersioni termiche senza coibentazione tetto

Posa del materiale isolante sulla soletta

Questo tipo di applicazione per la coibentazione del tetto è semplicissima e adatta ad ogni tipo di solaio, grazie alla leggerezza del materiale: la posa dell’isolante avverrà direttamente sulla soletta del sottotetto, creando un “materasso” che può avere spessore di 20 – 30 cm a seconda della richiesta. L’isolante non è calpestabile, nel caso vi sia necessità di un camminamento, siamo specializzati in queste operazioni, offrendo così uno spazio calpestabile ed allo stesso tempo isolato.

isolamento tetto con lana vetro
Isolamento tetto con lana di vetro

Coibentazione tetto avente superficie di 100 mq con 20 cm fibra di cellulosa

Isolando, ad esempio, un sottotetto di 100 mq con 20 cm di fibra di cellulosa (spessore minimo consigliato) otteniamo una riduzione delle dispersioni termiche  di 10,4 volte ed una protezione dal caldo estivo di 11 ore! (il calore del giorno impiegherà 11 ore per entrare all’interno dell’abitazione). Con il tetto coibentato di questo esempio si ottiene un risparmio annuo per il riscaldamento invernale di circa 500 €! (5000 kwh/anno)

L’immagine che segue schematizza la dispersione di calore che avviene in un sottotetto non isolato termicamente esprimendo il valore in watt persi per ciascun metro quadrato del tetto e per ogni grado di temperatura di differenza tra l’esterno e l’interno. I valori sono riferiti al mese di gennaio e al comune di Genova. La trasmittanza termica del tetto composto da soletta, sottotetto e falde e’ di 1,86 W/mqK.

Dispersione del calore con sottotetto NON isolato

La figura seguente mostra come, pur con le stesse condizioni climatiche (mese di gennaio, comune di Genova), il solo intervento di coibentazione del tetto eseguito con la fibra di cellulosa diminuisce il valore di trasmittanza termica da 1,86 a 0,18 W/mqK, cioe’ con una riduzione del 90% di dispersione termica e percio’ con una conseguente riduzione sulle spese di riscaldamento.

Dispersione del calore con sottotetto isolato con fibra cellulosa

Perché conviene l’isolamento termico del tetto della propria casa con posa di fibra di cellulosa?

  • Economico (ottimo rapporto prezzo/prestazioni)
  • Semplice e poco invasivo (non altera l’aspetto della facciata e non richiede ponteggi e opere di muratura)
  • Versatile (applicazione sia dall’interno che dall’esterno)
  • Veloce (tempi di posa ridotti: in 1 giorno è possibile isolare un intero sottotetto)
  • Standard di legge richiesti (performance energetiche)
  • Agevolazioni fiscali (detrazioni fiscali 50% – 65%)
  • Nessuna pratica edilizia
  • Comfort termico e acustico immediato
  • Riduzione dei consumi energetici (investimento ripagato in pochi anni; se accedi agli incentivi fiscali il tempo è più che dimezzato)
  • Sicurezza al fuoco grazie all’incombustibilità del materiale in classe A1
  • Materiale idrorepellente
  • Prestazioni inalterate nel tempo


Curiosità:
Lo sapevi che isolando il sottotetto possiamo avere una riduzione di emissioni di CO2 all’anno tale quanto evitare di percorrere in macchina ben 10.160 km?

Approfondimenti sulla trasmissione di calore attraverso convezione, conduzione, irraggiamento e sulla trasmittanza e applicazione dei principi sulla trasmissione di calore agli edifici: documento PDF Universita’ La Sapienza sul “Trasmittanza del calore in edilizia

 

Le domande frequenti:

POSSO EFFETTUARE UN CAPPOTTO TERMICO AL TETTO?

No, non è possibile effettuare un rivestimento a cappotto al tetto. Isolarlo è comunque possibile, e la tecnica è molto più veloce ed economica rispetto al cappotto termico. Il tetto è la parte più disperdente della casa, causa infatti il 45% delle dispersioni termiche. Grazie alla tecnica dell’insufflaggio sarà necessaria una sola giornata lavorativa per coibentarlo con materiale sfuso riciclato, come fibra di cellulosa o lana di vetro: questi isolanti sono estremamente leggeri, adatti quindi ad ogni tipo di solaio (come quelli in canniccio o in legno). Siamo specializzati anche nel costruire dei camminamenti sopra al materiale insufflato (non è calpestabile), in caso ci sia la necessità di raggiungere determinate aree del sottotetto.

Val alla pagina Domande Frequenti per avere risposte alle tue curiosità!

Possiamo aiutarvi?

Contatta Mb Energia e avrai un preventivo ed un sopralluogo completamente gratuito!

Calcolo risparmio isolamento muri

Calcola risparmio isolamento tetto

Sopralluoghi e preventivi completamente gratuiti!